Nel Giugno del 2013 Facebook annuncia l’introduzione degli hashtag sulla piattaforma social 

“ A partire da oggi, gli hashtag saranno cliccabili su Facebook. Analogamente ad altri servizi come Instagram, Twitter, Tumblr o Pinterest, gli hashtag su Facebook(…) ”

Cosa sono gli hashtag?

Sono le, ormai famosissime, parole precedute dal cancelletto (#) che hanno la funzione di aggregatori. Ogni hashtag crea un archivio di contenuti inerenti ad uno specifico argomento.

Servono per contestualizzare un contenuto e aiutare le persone a trovare informazioni su un determinato argomento, senza perdersi nel mare di contenuti sul web.

Hashtag su Facebook: sì o no?

Ogni piattaforma è un ecosistema unico e differente dalle altre. Ciò che funziona su una piattaforma, anche piuttosto bene, non è detto che abbia lo stesso successo su un altro social. Questo è valido sia per la comunicazione strategica che per i contenuti e altrettanto per l’utilizzo.

Su Twitter, luogo di nascita degli hashtag, questi sono normalmente usati da chi pubblica contenuti. Vengono usati con una filosofia che definirei “pochi ma buoni”: se ne usano pochissimi (massimo 3) ma scelti con grande attenzione. Questo perché su questa piattaforma si esprime totalmente la natura dell’hashtag ovvero l’utilizzo come contenitore di argomenti specifici.

Una cosa similare accade su Instagram: anche qui gli hashtag hanno la stessa funzione sebbene non sempre vengano utilizzati nel modo più corretto e funzionale possibile.

L’uso degli hashtag su Facebook, invece, non è funzionale. L’uso eccessivo tende a far diminuire l’interazione con le persone.

Non trovi anche tu sia molto #fastidioso #leggere un post #pienozeppodiquestihashtag?

Come vedi limitano l’attenzione e compromettono la fruibilità del contenuto rendendo molto difficile la lettura.

Come usare gli hashtag su Facebook?

Il loro uso non è totalmente da evitare: come ogni cosa, nei contesti giusti e nei giusti modi risultano molto efficaci.

  • Non inserirne più di uno o due;
  • Non usare quelli troppo lunghi o complessi da leggere
  • Usa quelli riferiti al trend del momento (se l’argomento può essere interessante per la tua comunicazione)
  • Usa gli hashtag per racchiudere i contenuti relativi ad un evento
  • Usa gli hashtag come aggregatore di informazione nei gruppi. Questo è l’utilizzo ottimale degli hashtag su Facebook perché è il metodo più efficace per organizzare i contenuti: permette agli amministratori di monitorare domande e risposte, e ai partecipanti di trovare con facilità gli argomenti di interesse.
  • Non usare gli hashtag di Instagram. Spesso si incontrano pagine che postano lo stesso contenuto che hanno creato su Instagram. Se anche tu sei solita/o farlo, per l’amor del cielo, togli almeno la sfilza di hashtag!

Non sai come gestire al meglio la tua pagina Facebook? Niente panico! Posso aiutarti io! Scopri il servizio di gestione pagine Facebook e scegli la soluzione più comoda per te! 

 

 

Stefania

Ciao mi chiamo Stefania e sono una web designer freelance! Con i miei servizi aiuto i liberi professionisti e le piccole attività a raccontarsi online nel modo migliore, attraverso la realizzazione di siti internet a Prato, Firenze e in tutto il nord Italia e la gestione dei social.