Unique selling proposition: significato e come crearne una strategica

da | 21 Febbraio 2024 | Strumenti utili

Il mercato di oggi è saturo, dobbiamo ammetterlo, e vendere servizi o prodotti che non sono già in commercio è davvero difficile. Per questo, “sgomitare” per farsi notare e sbaragliare la concorrenza sembra un miraggio.

Sono sicura che ti sarai chiesta almeno una volta anche tu come fare a differenziarti e a farti scegliere tra tanti altri brand sul mercato.

La risposta è con l’unique selling proposition.

 

È importante averne una perchè:

  • aiuta ad attrarre il tuo cliente ideale e a fidelizzarlo nel tempo
  • ti aiuta a definire una brand identity chiara e delineata con i valori del tuo brand
  • riesce a comunicare al tuo pubblico il motivo per cui dovrebbe acquistare i tuoi prodotti/servizi
  • un brand che non sa raccontarsi nel modo giusto, può rimanere invisibile a lungo
  • ti posiziona nel mercato, esattamente dove desideri.

 

Cosa vuol dire unique selling proposition?

Abbreviata in USP, può essere tradotta dall’inglese con “proposta unica di vendita”.
È quel breve messaggio che racconta il tuo brand (o personal brand) e risponde alla domanda “Cosa lo rende unico dalla concorrenza”?

È quindi una promessa sui benefici che un brand offre alla propria clientela, racconta i motivi per cui preferirlo ad altri e deve essere convincente e onesta.

 

Unique selling proposition vs value proposition: quali sono le differenze

Il nome è simile ma il significato non è lo stesso.
Prima di fare una distinzione tra questi due termini, però facciamo prima chiarezza su cos’è la unique value proposition (abbreviato UVP).
La value proposition (tradotta “proposta unica di valore”) va definita prima della USP e riguarda l’insieme dei benefici e i valori di ogni brand.

Quindi qual è la sostanziale differenza tra USP e UVP?

La USP è il messaggio semplice e diretto che enfatizza caratteristiche o vantaggi che solo i tuoi servizi o prodotti hanno rispetto alla tua concorrenza.

La UVP si concentra sul valore che il brand può portare alla vita del tuo pubblico e in che modo i tuoi servizi/prodotti risolvono i problemi e danno soluzioni.

 

I vantaggi di definire la proposta unica di vendita

Non tutti i brand (e personal brand) creano la propria unique selling proposition.
Se tu ci stai pensando quindi sei già un passo avanti e potresti conquistare il tuo meritato posto nel mercato posizionandoti in modo unico per arrivare al tuo cliente ideale.

La proposta unica di vendita non solo aiuta a focalizzarti su ciò che ti differenzia nel tuo settore, ma ti è di supporto anche per una comunicazione (online e offline) mirata che parli alle persone giuste, ovvero ai tuoi clienti ideali.

 

Come si scrive una unique selling proposition?

Di seguito troverai alcune indicazioni da cui potrai partire per interrogarti sulla tua USP.
Inizia prima dal tuo brand:

  • Quali vantaggi il tuo brand porta al tuo pubblico?
  • Cosa desidera il tuo cliente ideale?
  • Quali sono i punti di forza del tuo brand? In cosa si differenzia?
  • Quali sono le caratteristiche o gli elementi differenzianti dei tuoi prodotti o servizi?
  • Quali sono i valori del tuo brand?

Poi analizza i tuoi competitor:

  • Quali sono i loro punti di forza?
  • E quali i loro punti deboli?
  • Come utilizzano la loro USP?

Quando avrai ricercato e trovato tutte le risposte, lì avrai trovato proprio la tua proposta unica di valore. Se pensi di non riuscirci da sola, puoi affidarti a una persona con competenze in marketing.

Unique selling proposition: esempi che possono ispirarti

Per farti capire meglio, ti porto qualche esempio di unique selling proposition memorabile.

1 Disney+:

“Guarda nuovi Originals, film di successo, serie imperdibili e molto altro ancora
Il tutto senza costi aggiuntivi. Disdici quando vuoi.”

Disney+ promette al suo pubblico un’infinita selezione di film, serie tv e classici Disney, rassicurando anche sulla facilità con cui si può disdire l’abbonamento.

2 Cortilia:

“La campagna a casa tua.
Una spesa completa e sostenibile, ricca di prodotti artigianali e a filiera corta, di cui puoi conoscere la storia e l’origine.”

In sole 2 frasi Cortilia racconta una promessa chiara: nel loro e-commerce troverai solo prodotti sostenibili, di qualità e provenienti da produttori locali (che potrai conoscere sul loro sito).

3 GaioGaia:

“GaioGaia: la prima gamma di conserve dal gusto che si distingue, ma non fa distinzioni”

GaioGaia non solo comunica di produrre ottime conserve, ma anche che è un brand inclusivo che vuole abbattere gli stereotipi di genere della società.

 

Con una USP efficace e strategica, anche senza conoscere il brand, il cliente capisce subito quali sono i valori che lo guidano.

Quali sono gli aspetti più difficili che hai incontrato nella definizione della tua USP? Ti leggo nei commenti.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stefania Insidetheweb realizzazione siti web
Chi sono

Ciao mi chiamo Stefania e sono una web designer freelance.

Sono di origine Toscana, ma vivo a Rosate, un paesino in provincia di Milano. Nel mio lavoro non ci sono distanze che mi fermano: lavoro da remoto con clienti in tutta Italia.

Non stai vendendo quanto vorresti? Scopri se il tuo sito attira il tuo cliente ideale!

Categorie

Ultimi articoli

Potrebbero interessarti anche:

Blog vs newsletter: tutte le differenze

Blog vs newsletter: tutte le differenze

Qualche settimana fa sotto un post mi è stata fatta una domanda: qual è la differenza tra newsletter e blog? È una domanda che mi viene fatta spesso, quindi ho colto la palla al balzo e ho pensato di rispondere a questo dubbio che hanno in molti e approfondire...

Hai una domanda?
Invia su WhatsApp