Perchè il tuo sito è così lento?

da | 9 Settembre 2020 | Sito web

sito-lento-insidetheweb

Viviamo in un mondo così ostinatamente frenetico che nemmeno il lock down è riuscito a farci capire che possiamo rallentare senza che le conseguenze siano così disastrose come le immaginiamo. Perdiamo la pazienza quando siamo in coda alle poste, ci parliamo l’uno sull’altro perché non abbiamo tempo di aspettare che il discorso sia finito e non abbiamo mai tempo di prenderci qualche minuto per rilassarci.

Sicuramente anche tu hai provato l’insofferenza di aspettare il caricamento delle pagine di un sito. Questo succede anche perché il nostro livello di pazienza sta progressivamente diminuendo a causa di abitudini di vita sempre più frenetiche e anche a causa della possibilità di trovare ogni tipo d’informazione con un click

Le motivazioni di questa lentezza possono essere di due tipi:

1. Un problema di segnale: può succedere che se vuoi accedere a un sito mentre sei in un punto della città in cui non prende bene il segnale di rete. A me succede spesso d’estate sulla spiaggia. In questo caso l’unica soluzione è aspettare il caricamento lento (facendoti venire il latte alle ginocchia, ma allenando l’arte della pazienza) oppure spostarti dove la rete ha segnale più forte.

2. Un problema del sito: in questo caso si può o meglio si deve intervenire per migliorare la situazione!

I vantaggi di avere un sito web veloce

Eviti di perdere clienti: il tempo di apertura ottimale di una pagina web è di due, tre secondi. Fino a 5 secondi l’attesa è ancora sopportabile. Oltre no. Secondo le statistiche il 30% delle persone abbandona il sito se la pagina non si carica entro 4 secondi. Questa percentuale sale fino al 55% quando l’attesa è di 10 secondi. Lo sapevi? È già abbastanza complicato riuscire a conquistare il traffico: sicuramente non vorrai rischiare di perderne la metà solo perché il tuo sito è lento. Avendo a disposizione un’enorme mole d’informazioni alternative, la persona non vorrà aspettare i comodi del tuo sito, ma semplicemente andrà a cercare dalla concorrenza ciò di cui ha bisogno.

Migliora l’esperienza utente: le persone che visitano le pagine del tuo sito potranno avere accesso alle informazioni di cui hanno bisogno di breve tempo. Apprezzeranno molto questa attenzione che dimostri nei loro confronti e capiranno fin da subito di essere approdati sul sito di una professionista di cui fidarsi. I tuoi lettori saranno consapevoli che potranno visitare le altre parti del tuo sito senza perdere tempo e questa è davvero un’importante coccola per loro che farà la differenza.

Google sarà ancora più amico del tuo sito web: ciò che vuole è che gli utenti siano felici di trascorrere il loro tempo navigando sul motore di ricerca. Quando i crawler di Google vedranno che il tuo sito è ben frequentato e che le persone passano volentieri del tempo leggendo i tuoi articoli e contenuti, Google ti premierà aiutandoti nel posizionamento. Infatti, la velocità di caricamento del sito è, ormai da anni, un fattore che Google tiene molto in considerazione: per offrire un servizio di qualità è molto meglio scegliere siti veloci da mostrare per primi!

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le mie lettere digitali con consigli, riflessioni, dietro le quinte e sconti esclusivi! In più potrai ricevere il corso gratuito che ti aiuterà a capire cosa puoi ottimizzare nel tuo sito per renderlo uno strumento di lavoro che ti avvicina ai tuoi obiettivi di business.

Quali sono i fattori che influiscono sul caricamento del sito

 

1. L’hosting: lo spazio web su cui si trova il tuo sito influisce molto sulla qualità del caricamento del sito. Per questo è sempre bene affidarsi ad un servizio di hosting professionale. Questo vuol dire che dovrebbe usare dischi SSD, usare CDN e avere le versioni di PHP sempre aggiornate. Io per me e i miei clienti, scelgo sempre SiteGround che è l’hosting più usato tra i professionisti del web e garantisce sicurezza e velocità al tuo sito. Se vuoi sapere quali caratteristiche deve avere un hosting professionale, leggi questo.

2. Immagini e video: sono i contenuti che influenzano maggiormente la pesantezza del sito web e quindi la velocità di apertura. Un’immagine troppo grande o un file troppo pesante obbligherà il browser a scaricare una grande quantità di dati prima di poter rendere il contenuto visibile ed è proprio questo passeggio che rallenta la velocità di apertura del tuo sito. Ti consiglio di evitare di caricare video lunghi direttamente sul tuo sito, affidandoti a servizi esterni come Youtube o Vimeo. Per avere immagini non troppo pesanti dovresti sempre caricarle con la dimensione in cui vengono visualizzati e comprimerle prima di caricarle sul tuo sito web.

3. CMS: letteralmente Content managment system è il software che facilita la gestione dei contenuti dei siti, cioè la piattaforma che utilizzi per la creazione del sito. In questo caso WordPress genera un codice ottimizzato che aiuta il tuo sito ad essere più leggero.

4. Tema: il tema che scegli per la realizzazione del tuo sito influenza in grandissima parte la velocità di caricamento del tuo sito. Nei siti WordPress che realizzo uso sempre Divi Buider che è un tema professionale ottimizzato anche dal punto di vista della velocità di caricamento.

5. Plugin: sono pezzi di codice che servono per aumentare le funzionalità del tuo sito. Sono strumenti ottimi e semplici di cui non si può proprio fare a meno. Ciò che devi fare, però, è usarli nel modo corretto:

• Installa e attiva solo quelli strettamente necessari
• Non usarne troppi
• Tienili sempre aggiornati
• Controlla che siano compatibili con il tuo tema e la versione di WordPress

Avevi mai pensato a tutte queste attenzioni? Se l’articolo ti è stato utile fammelo sapere nei commenti e se vuoi imparare a ottimizzare il tuo sito web, non dimenticarti d’iscriverti al corso gratuito!

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le mie lettere digitali con consigli, riflessioni, dietro le quinte e sconti esclusivi! In più potrai ricevere il corso gratuito che ti aiuterà a capire cosa puoi ottimizzare nel tuo sito per renderlo uno strumento di lavoro che ti avvicina ai tuoi obiettivi di business.

Salva questo articolo su Pinterest

Perchè-il-tuo-sito-è-lento1
Perchè-il-tuo-sito-è-lento2
Perchè-il-tuo-sito-è-lento3
Perchè-il-tuo-sito-è-lento4
Insidetheweb-Stefania-creazione-siti-web
Chi sono

Ciao mi chiamo Stefania e sono una web designer freelance.

Sono di origine Toscana, ma vivo a Rosate, un paesino in provincia di Milano. Nel mio lavoro non ci sono distanze che mi fermano: lavoro da remoto con clienti in tutta Italia.
Categorie
Ultimi articoli

Potrebbero interessarti anche:

Cosa non deve mai mancare in un sito web

Cosa non deve mai mancare in un sito web

Il sito web non è solo un biglietto da visita, ma una vera e propria casa online. È il posto virtuale dove parli di te, accogli le persone e permetti loro di farsi una prima impressione su di te e il tuo lavoro. Ci sono, infatti, alcune caratteristiche del sito che...

Quali caratteristiche deve avere un sito che converte?

Quali caratteristiche deve avere un sito che converte?

Avere un sito web che converte è fondamentale per riuscire ad avere un business online di successo. Questo è vero qualunque sia l’obiettivo che decidi di raggiungere portando la tua attività online. Che sia aumentare le vendite, farti conoscere sul web oppure far...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mi chiamo Stefania e sono una web designer freelance:  aiuto libere professioniste, piccole imprenditrici e donne creative, realizzando il sito web che le rispecchia al meglio ma che parli dritto al cuore dei loro clienti.